SAMER ALAMEEN

SAMER ALAMEEN
Eclettico designer libanese dal brillante passato nel mondo della pubblicità, dopo i primi successi nel campo del design si è trasferito in Italia, perso nell'amore per il "Made in Italy"al punto da divertarne esso stesso un esponente riconosciuto."Una sedia ha cambiato la mia vita" Il suo debutto come designer è avvenuto in Libano con il lancio della sua prima collezione, Walking Objects, ispirata alla sedia Khayzaran: ricreata in acciaio per conferirle maggior valore e resistenza, la sua sedia è entrata di diritto nella storia del design libanese. Arrivato in Italia, estasiato dalla bellezza e dall'eleganza dell'artigianato italiano, oltre che dalla vasta possibilità di scegliere materiali naturali da utilizzare per la realizzazione delle sue creazioni, primo fra tutti il ​​marmo, riprende gli studi per confermarsi come designer molto apprezzato in tutto il mondo. "Tutto è già stato realizzato, oggi ci sono solo belle storie che sono rimaste nel passato" Ispirato dalla storia, da ricordi preziosi e da un senso della tradizione, reinventa gli oggetti che crea: il suo processo è arguto, conciso e raffinato, aggiungendo un Nuovo livello di destinazione e contesto dove è opportuno incrociare sia pezzi esclusivi fatti a mano che pezzi unici accanto a quelli prodotti industrialmente.Tutto è già stato realizzato, oggi ci sono solo belle storie che sono rimaste nel passato.Ispirato dalla storia, dai ricordi preziosi e dal senso della tradizione, reinventa gli oggetti che crea: il suo processo è arguto, conciso e raffinato, aggiungendo un nuovo livello di scopo e contesto dove è opportuno incrociare sia pezzi esclusivi fatti a mano che pezzi unici che quelli prodotti industrialmente.

SAMER ALAMEEN

Eclettico designer libanese dal brillante passato nel mondo della pubblicità, dopo i primi successi nel campo del design si è trasferito in Italia, perso nell'amore per il "Made in Italy"al punto da divertarne esso stesso un esponente riconosciuto.
"Una sedia ha cambiato la mia vita" Il suo debutto come designer è avvenuto in Libano con il lancio della sua prima collezione, Walking Objects, ispirata alla sedia Khayzaran: ricreata in acciaio per conferirle maggior valore e resistenza, la sua sedia è entrata di diritto nella storia del design libanese. Arrivato in Italia, estasiato dalla bellezza e dall'eleganza dell'artigianato italiano, oltre che dalla vasta possibilità di scegliere materiali naturali da utilizzare per la realizzazione delle sue creazioni, primo fra tutti il ​​marmo, riprende gli studi per confermarsi come designer molto apprezzato in tutto il mondo. 

"Tutto è già stato realizzato, oggi ci sono solo belle storie che sono rimaste nel passato" 

Ispirato dalla storia, da ricordi preziosi e da un senso della tradizione, reinventa gli oggetti che crea: il suo processo è arguto, conciso e raffinato, aggiungendo un Nuovo livello di destinazione e contesto dove è opportuno incrociare sia pezzi esclusivi fatti a mano che pezzi unici accanto a quelli prodotti industrialmente.


Tutto è già stato realizzato, oggi ci sono solo belle storie che sono rimaste nel passato.Ispirato dalla storia, dai ricordi preziosi e dal senso della tradizione, reinventa gli oggetti che crea: il suo processo è arguto, conciso e raffinato, aggiungendo un nuovo livello di scopo e contesto dove è opportuno incrociare sia pezzi esclusivi fatti a mano che pezzi unici che quelli prodotti industrialmente.