FontanaArte

FontanaArte
FontanaArte è stata fondata nel 1881 e all'epoca prendeva il nome dal suo fondatore, Luigi Fontana. La Luigi Fontana nasce come industria produttrice di lastre di vetro per usi edilizi. Negli ultimi anni dell’800 sviluppa una ricercata produzione di oggetti d’arredo realizzati utilizzando il vetro come materia prima.  La partecipazione alla Fiera internazionale di Milano si rivela un’occasione chiave per l’azienda, molto apprezzata da Vittorio Emanuele III e dalla regina Elena, che commissionarono diversi lavori. Nel 1931 Gio Ponti viene chiamato alla direzione artistica dell’azienda, personalità eclettica e fra i protagonisti del dibattito culturale di quegli anni. Poco più avanti, per dare un nuovo impulso alla produzione di prestigiosi oggetti d’arredo, Gio Ponti si associa a Pietro Chiesa nella direzione artistica della Luigi Fontana. Insieme all'illustre maestro vetraio vengono assorbite dall'azienda tutte le maestranze attive nella sua bottega.  Nasce subito dopo la divisione aziendale “Fontana Arte”, che copre la produzione di carattere più artigianale: dalle vetrate artistiche alle serie limitate di oggetti per l’arredo e l’illuminazione.  Nel corso degli anni sono state numerose le collaborazioni con designer di fama internazionale e non, che hanno dato frutto a oggetti di decoro e illuminazione diventati iconici. Oggi, FontanaArte è parte di ItalianCreationGroup, holding imprenditoriale la cui visione è la costituzione di un polo specializzato nei settori dell’Home Design e Luxury Lifestyle. Dal 2018 il direttore creativo è il giovane e stimato architetto e designer, Francesco Librizzi.

FontanaArte

FontanaArte

FontanaArte è stata fondata nel 1881 e all'epoca prendeva il nome dal suo fondatore, Luigi Fontana. La Luigi Fontana nasce come industria produttrice di lastre di vetro per usi edilizi. Negli ultimi anni dell’800 sviluppa una ricercata produzione di oggetti d’arredo realizzati utilizzando il vetro come materia prima. 


La partecipazione alla Fiera internazionale di Milano si rivela un’occasione chiave per l’azienda, molto apprezzata da Vittorio Emanuele III e dalla regina Elena, che commissionarono diversi lavori.


Nel 1931 Gio Ponti viene chiamato alla direzione artistica dell’azienda, personalità eclettica e fra i protagonisti del dibattito culturale di quegli anni. Poco più avanti, per dare un nuovo impulso alla produzione di prestigiosi oggetti d’arredo, Gio Ponti si associa a Pietro Chiesa nella direzione artistica della Luigi Fontana. Insieme all'illustre maestro vetraio vengono assorbite dall'azienda tutte le maestranze attive nella sua bottega. 


Nasce subito dopo la divisione aziendale “Fontana Arte”, che copre la produzione di carattere più artigianale: dalle vetrate artistiche alle serie limitate di oggetti per l’arredo e l’illuminazione. 


Nel corso degli anni sono state numerose le collaborazioni con designer di fama internazionale e non, che hanno dato frutto a oggetti di decoro e illuminazione diventati iconici.


Oggi, FontanaArte è parte di ItalianCreationGroup, holding imprenditoriale la cui visione è la costituzione di un polo specializzato nei settori dell’Home Design e Luxury Lifestyle. Dal 2018 il direttore creativo è il giovane e stimato architetto e designer, Francesco Librizzi.