OTQ

OTQ
C'è un'isola nel cuore del Mediterraneo, dove ha le sue radici una delle più consolidate realtà produttive del legno. È l'isola della Sardegna, terra millenaria di know-how e di consolidata dedizione alla produzione, dove tre generazioni di artigiani dell'azienda “Sud Legno” si tramandano di padre in figlio l'arte della falegnameria un rapporto duraturo di passione e qualità, con una consolidata clientela regionale e nazionale (FortVillage, Hotel Giorico Carlos V), e una business unit estera negli Stati Uniti, specificatamente focalizzata sul mercato immobiliare. In questo lasso di tempo nasce OTQ, un'idea di innovazione che si mescola ad un'esperienza aziendale di oltre tre decenni e all'ambizione progettuale del giovane designer Matteo Congiu, ultimo anello della catena generazionale della grande famiglia “Sud Legno ". Matteo è cresciuto all'interno dell'azienda di famiglia e sin dagli inizi ha coniugato la formazione del liceo con la conoscenza delle fasi di lavorazione del legno, formandosi come progettista allo IED di Milano. In questo periodo si concentra sul rapporto tra la tecnica artigiana e le nuove tecnologie. "Questa è una sfida lungimirante, che preserva le caratteristiche dell'identità e della cultura dell'innovazione" Ha trascorso tre anni di studi intensi e approfonditi sfociati in un Master in fabbricazione digitale a Milano, dove ha vinto una delle 12 borse di studio conferite dalla collaborazione tra IED Milano e Samsung Italia. Si apre così una nuova opportunità di crescita per il giovane designer, rappresentata da incontri di lavoro e scambi professionali altamente innovativi. Questa svolta porterà alla creazione - prima da un punto di vista teorico e poi su un vero e proprio business plan - del progetto OTQ che, dopo la sua prima presentazione al Salone del Mobile 2015, si è trasformato in una vera e propria idea imprenditoriale basata sul sughero e le sue applicazioni nell'industria del design. Ora, dopo un intenso periodo dedicato al miglioramento del marchio e della scientificità di OTQ, il prodotto è stato introdotto sul mercato internazionale con la sua prima apparizione alla fiera di Colonia. Si tratta di una sfida lungimirante, che preserva i tratti dell'identità e la cultura dell'innovazione.

OTQ

C'è un'isola nel cuore del Mediterraneo, dove ha le sue radici una delle più consolidate realtà produttive del legno. È l'isola della Sardegna, terra millenaria di know-how e di consolidata dedizione alla produzione, dove tre generazioni di artigiani dell'azienda “Sud Legno” si tramandano di padre in figlio l'arte della falegnameria un rapporto duraturo di passione e qualità, con una consolidata clientela regionale e nazionale (FortVillage, Hotel Giorico Carlos V), e una business unit estera negli Stati Uniti, specificatamente focalizzata sul mercato immobiliare.

In questo lasso di tempo nasce OTQ, un'idea di innovazione che si mescola ad un'esperienza aziendale di oltre tre decenni e all'ambizione progettuale del giovane designer Matteo Congiu, ultimo anello della catena generazionale della grande famiglia “Sud Legno ". Matteo è cresciuto all'interno dell'azienda di famiglia e sin dagli inizi ha coniugato la formazione del liceo con la conoscenza delle fasi di lavorazione del legno, formandosi come progettista allo IED di Milano. In questo periodo si concentra sul rapporto tra la tecnica artigiana e le nuove tecnologie.

"Questa è una sfida lungimirante, che preserva le caratteristiche dell'identità e della cultura dell'innovazione"



Ha trascorso tre anni di studi intensi e approfonditi sfociati in un Master in fabbricazione digitale a Milano, dove ha vinto una delle 12 borse di studio conferite dalla collaborazione tra IED Milano e Samsung Italia. Si apre così una nuova opportunità di crescita per il giovane designer, rappresentata da incontri di lavoro e scambi professionali altamente innovativi. Questa svolta porterà alla creazione - prima da un punto di vista teorico e poi su un vero e proprio business plan - del progetto OTQ che, dopo la sua prima presentazione al Salone del Mobile 2015, si è trasformato in una vera e propria idea imprenditoriale basata sul sughero e le sue applicazioni nell'industria del design. Ora, dopo un intenso periodo dedicato al miglioramento del marchio e della scientificità di OTQ, il prodotto è stato introdotto sul mercato internazionale con la sua prima apparizione alla fiera di Colonia. Si tratta di una sfida lungimirante, che preserva i tratti dell'identità e la cultura dell'innovazione.