The collection Shifts Souls by Iris Van Herpen is made of recycled materials

TRENDS: Iris Van Herpen by Cristina Morozzi

La giovane stilista Iris Van Herpen ha realizzato una collezione di abiti con materiali riciclati, conciliando etica produttiva e sostenibilità ambientale. Leggi il reportage di Cristina Morozzi per Design Italy.


Alla Fashion week parigina Autunno-Inverno 2021/22 la stilista olandese Iris Van Herpen ha presentato “Shifts Souls”, una sontuosa collezione realizzata con materiali riciclati. I tessuti creati in collaborazione con l’artista Kim Keever sono basati su una tavolozza di colori liquidi, sapientemente sfumati, per assecondare la linea degli abiti. 


Ancora una volta Iris sorprende per il virtuosismo esecutivo delle proposte, arricchite di rouches, di plissé, di sovrapposizioni tessili che disegnano onde sinuose. Le sfumature cromatiche sono accentuate in alcuni capi da profilature grafiche, quasi fossero state disegnate a matita. Come di consueto, la collezione si è rivelata manifesto dell’inusuale approccio di Iris alla moda, basato sui valori dell’artigianalità, dell’innovazione, della sostenibilità, della tecnica e della collaborazione con l’arte. 


La collezione “Shifts Souls” è stata creata, utilizzando il taglio al laser per sottolineare l’interesse della stilista sulle possibili mutazioni della figura umana in relazione all’abito. Iris può considerarsi una pioniera della moda sostenibile. Le sue collezioni, da sempre basate su criteri di sostenibilità, conciliano l’etica produttiva e l’innovazione tecnica con una ricchezza estetica che non rinuncia agli effetti speciali della haute couture tradizionale.


Sempre in tema di sostenibilità, scoprite su Design Italy gli abiti di carta di Caterina Crepax.



Cristina Morozzi


Lascia un commento

Avviso: i commenti dovranno essere approvati prima della pubblicazione.