ZANOTTA

ZANOTTA
Fondata nel 1954 da Aurelio Zanotta l’azienda appartiene al gruppo di aziende eccellenti che hanno reso famoso nel mondo il design contemporaneo il made in Italy. Zanotta ha portato ironia e innovazione nell’ambito dell’arredo domestico, basta ricordare la gag filmica di Fantozzi con la poltrona Sacco, disegnata da Piero Gatti, Cesare Paolini e Franco Teodoro nel 1968, la prima senza scocca, ma solo un sacco riempito di palline di polistirolo in grado di adattarsi alla forma del corpo. Tra i prodotti da prima pagina anche lo sgabello Mezzadro e il tavolo da lavoro su cavalletti Leonardo, progettati da Achille nel 1969. Zanotta coglie i mutamenti sociali in corso e li traduce in prodotti pensati per durare nel tempo ed essere compagni di vita. Quella di Zanotta è una storia di intuizioni e di azzardi, che vanta un catalogo di oltre 500 prodotti. Nel 2017 l’azienda è stata rilevata da Giuliano Mosconi, già alla presidenza della Tecno. Nel 2020 è stata rilanciata la collezione di Carlo Mollino, la cui collezione era stata avviata, grazie all’intuizione di Aurelio Zanotta negli anni 80. Tra gli obiettivi di Giuliano Mosconi c’è la precisa volontà di mantenere contemporanea la storia straordinaria e lo spirito di questa azienda, che ha contribuito all’affermazione internazionale del design italiano.

ZANOTTA

ZANOTTA

Fondata nel 1954 da Aurelio Zanotta l’azienda appartiene al gruppo di aziende eccellenti che hanno reso famoso nel mondo il design contemporaneo il made in Italy.


Zanotta ha portato ironia e innovazione nell’ambito dell’arredo domestico, basta ricordare la gag filmica di Fantozzi con la poltrona Sacco, disegnata da Piero Gatti, Cesare Paolini e Franco Teodoro nel 1968, la prima senza scocca, ma solo un sacco riempito di palline di polistirolo in grado di adattarsi alla forma del corpo.


Tra i prodotti da prima pagina anche lo sgabello Mezzadro e il tavolo da lavoro su cavalletti Leonardo, progettati da Achille nel 1969.


Zanotta coglie i mutamenti sociali in corso e li traduce in prodotti pensati per durare nel tempo ed essere compagni di vita.


Quella di Zanotta è una storia di intuizioni e di azzardi, che vanta un catalogo di oltre 500 prodotti. Nel 2017 l’azienda è stata rilevata da Giuliano Mosconi, già alla presidenza della Tecno. Nel 2020 è stata rilanciata la collezione di Carlo Mollino, la cui collezione era stata avviata, grazie all’intuizione di Aurelio Zanotta negli anni 80.


Tra gli obiettivi di Giuliano Mosconi c’è la precisa volontà di mantenere contemporanea la storia straordinaria e lo spirito di questa azienda, che ha contribuito all’affermazione internazionale del design italiano.