CATERINA CREPAX

CATERINA CREPAX
Figlia del noto disegnatore di fumetti Guido Crepax, nasce a Milano e cresce in un'atmosfera ricca di suggestioni e fantasia. Architetto d'interni, "scolpisce" con la carta abiti sontuosi dai dettagli sorprendenti, raffinati oggetti del desiderio. Con un'attenzione particolare per il riutilizzo di materiali cartacei di uso comune, ama l'ironico gioco della metamorfosi, della loro trasformazione in "tessuti" preziosi.   Le mie creazioni sono crisalidi svuotate di un corpo, del quale conservano la memoria.     L'abito è un luogo in cui il corpo abita e si esprime, prezioso nascondiglio o magica vetrina: abiti affascinanti ed eterei, che suscitano il desiderio di essere indossati. Tagli, pieghe, arricciature, plissettature, sbuffi e intarsi che danno vita a magiche creature, a volte illuminate al loro interno, che prendono ispirazione dal mondo animale o vegetale o dalla decorazione architettonica. Di qui un’intera linea di bustini, cappelli, sopragonne, monomaniche, monospalle, bracciali, accessori vari - tutti pezzi unici - per decorare l'abito e il corpo. Produce inoltre sculture realizzate interamente in carta, create con stratificazioni di carta velina e colla vinilica modellate su manichini sartoriali, vuote al loro interno, intagliate e decorate con applicazioni e inserti finemente lavorati, spesso illuminate al loro interno per creare nei luoghi che le ospitano un effetto scenografico di forte impatto.

CATERINA CREPAX

Figlia del noto disegnatore di fumetti Guido Crepax, nasce a Milano e cresce in un'atmosfera ricca di suggestioni e fantasia. Architetto d'interni, "scolpisce" con la carta abiti sontuosi dai dettagli sorprendenti, raffinati oggetti del desiderio. Con un'attenzione particolare per il riutilizzo di materiali cartacei di uso comune, ama l'ironico gioco della metamorfosi, della loro trasformazione in "tessuti" preziosi.

 

Le mie creazioni sono crisalidi svuotate di un corpo, del quale conservano la memoria.

 

 
L'abito è un luogo in cui il corpo abita e si esprime, prezioso nascondiglio o magica vetrina: abiti affascinanti ed eterei, che suscitano il desiderio di essere indossati. Tagli, pieghe, arricciature, plissettature, sbuffi e intarsi che danno vita a magiche creature, a volte illuminate al loro interno, che prendono ispirazione dal mondo animale o vegetale o dalla decorazione architettonica. Di qui un’intera linea di bustini, cappelli, sopragonne, monomaniche, monospalle, bracciali, accessori vari - tutti pezzi unici - per decorare l'abito e il corpo. Produce inoltre sculture realizzate interamente in carta, create con stratificazioni di carta velina e colla vinilica modellate su manichini sartoriali, vuote al loro interno, intagliate e decorate con applicazioni e inserti finemente lavorati, spesso illuminate al loro interno per creare nei luoghi che le ospitano un effetto scenografico di forte impatto.